header
Benvenuti nel sito di Legambiente Fornovo!
Puliamo il Mondo 2013 PDF Stampa E-mail
share

PULIAMO IL MONDO

SABATO 28 SETTEMBRE 2013

0re 9,15 raduno dei partecipanti presso area fluviale di Ponte Ceno


pdf_iconCLICCA QUA PER SCARICARE IL PDF

Comunicato stampa


Il Circolo Legambiente di Fornovo in collaborazione con il comune di Varano de’ Melegari, l’Istituto Comprensivo della Valceno e le Guardie Ecologiche di Legambiente organizza anche quest’anno a livello locale l’iniziativa internazionale di Puliamo il Mondo. La manifestazione avrà luogo nella mattinata di sabato 28 settembre. Parteciperanno gli studenti della classe seconda della scuola secondaria di Varano. Verrà ripulita un’area adiacente al torrente Ceno presso la località Ponte Ceno.
Legambiente e Comune di Varano de’ Melegari invitano i cittadini ed in particolare gli abituali frequentatori del fiume a partecipare all’iniziativa.
Eccone il programma dettagliato:


ore 9,00 partenza da scuola
0re 9,15 raduno dei partecipanti presso area fluviale di Ponte Ceno, iscrizione e distribuzione materiali;
ore 9,30 - pulizia della sponda sinistra del Ceno;
ore 11,00 – merenda e intervento da parte dell’amministrazione comunale;

ore 12,00 - termine dei lavori e rientro presso la scuola per il termine delle lezioni.

A tutti i partecipanti che vorranno iscriversi verrà consegnato un kit che comprende:
- cappellino
- guanti
- pettorina
- opuscoli informativi puliamo il mondo
- assicurazione contro gli infortuni per la durata della manifestazione.


E’ consigliabile che i partecipanti indossino abbigliamento comodo e scarponi .


Altre informazioni sono disponibili sul sito www.legambientefornovo.eu

 
+ pedaggio - ambiente = Tibre PDF Stampa E-mail
share

2013_07_28-tibre_volantino

2013_07_28-tibre_comunicato
 
2012-06-28 - Comunicato - Osservatorio Laterlite PDF Stampa E-mail
share
Legambiente Fornovo Taro – Associazione di volontariato
www.legambientefornovo.eu
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
c/o ARCI “A. Guatelli Via Pio La Torre - 43045 Riccò (Fornovo Taro - PR)
LEGAMBIENTE
Circolo di Fornovo Taro
Fornovo Taro, 28 giugno 2013
LETTERA APERTA AGLI AMMINISTRATORI
VICENDA LATERLITE: OCCORRE PIU’ TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE E UN OSSERVATORIO AMBIENTALE PIU’ INCISIVO
Nell’autunno dell’anno scorso era prevista la scadenza dell’autorizzazione dell’azienda Laterlite per il processo produttivo che prevede l’utilizzo come combustibili degli oli esausti.
Legambiente aveva chiesto di apportare significativi cambiamenti nella nuova, eventuale, autorizzazione in termini di riduzione dei materiali utilizzati, nelle loro tipologie e, inoltre, di effettuare studi epidemiologici finalizzati a verificare il grado di pericolosità della lavorazione sulla salute dei cittadini dei territori circostanti.
I ritardi che hanno segnato la ripresa dei lavori dell’Osservatorio, dovuti alla necessità di integrare il regolamento e completare lo stesso con un la nomina di un nuovo esperto (Dott. Ganapini), hanno di fatto impedito il necessario coinvolgimento nell’iter del rinnovo della nuova autorizzazione, nel frattempo avviato e in fase già avanzata.
Nonostante ciò, come membri dell’Osservatorio abbiamo riproposto le nostre osservazioni, ,in primo luogo, che la ditta si facesse carico di un nuovo studio epidemiologico sulla popolazione, svolto dall'USL, con l’obiettivo di avere delle basi di studio per verificare eventuali incrementi di patologie sulla popolazione.
Nel corso di questi mesi si sono tenute due sedute pubbliche a Rubbiano e una presso il comune di Fornovo a seguito di una nostra richiesta. Contemporaneamente è stato attivato il previsto Comitato tecnico con il compito di approfondire gli aspetti tecnici.
L’osservatorio è risultato uno strumento utile per conoscere alcuni aspetti che riguardano il funzionamento del processo produttivo ma tuttavia poco incisivo sulle scelte, le quali vengono spesso demandate al comitato tecnico. Questo comitato, dopo essersi riunito più volte e dopo aver preso in considerazione le varie richieste e domande presentate sia dal Comitato di Rubbiano sia da noi, il 18 dicembre, ha dato parere positivo per il rinnovo della Autorizzazione Integrata Ambientale.
Legambiente Fornovo Taro – Associazione di volontariato
www.legambientefornovo.eu
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
c/o ARCI “A. Guatelli Via Pio La Torre - 43045 Riccò (Fornovo Taro - PR)
A distanza di oltre sei mesi, nonostante reiterati annunci, come membri dell’Osservatorio, non siamo in grado di conoscere né se è stata approvata dalla Provincia la nuova autorizzazione, né se sono stati apportati cambiamenti nella direzione da noi auspicata.
Inoltre, a rendere ancora più preoccupante l’attuale fase di continuità della attività produttiva , il 21 marzo, il sindaco del comune di Solignano, su segnalazione dell'Arpa e dei Carabinieri, ha imposto il sequestro di un'area in cui l’azienda aveva stoccato senza autorizzazione materiale del quale si ignora la composizione. Il procedimento non si è ancora concluso, confidiamo che l’Osservatorio venga informato puntualmente sull’accaduto.
Infine, abbiamo appreso che il nuovo Sindaco, al quale rivolgiamo i nostri auguri per un buon lavoro, ha l’intenzione di riformare il funzionamento l'Osservatorio Ambientale. Auspichiamo che i correttivi abbiano l’obiettivo di rendere tempestiva l’operatività dell’osservatorio, aumentarne l’efficacia e l’incisività su progetti chiari e condivisi che tutelino il più possibile i cittadini.
In conclusione, rivolgiamo alle amministrazioni competenti le seguenti richieste:
 in quale regime di autorizzazione sta lavorando l’azienda?
 Perché non è ancora stata concessa la nuova autorizzazione?
Nel contempo chiediamo che venga convocata una nuova seduta pubblica dell’Osservatorio ambientale per consentire un adeguato aggiornamento sulla situazione.
Fornovo Taro, 28 giugno 2013
LETTERA APERTA AGLI AMMINISTRATORI
VICENDA LATERLITE: OCCORRE PIU’ TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE E UN OSSERVATORIO AMBIENTALE PIU’ INCISIVO
Nell’autunno dell’anno scorso era prevista la scadenza dell’autorizzazione dell’azienda Laterlite per il processo produttivo che prevede l’utilizzo come combustibili degli oli esausti.
Legambiente aveva chiesto di apportare significativi cambiamenti nella nuova, eventuale, autorizzazione in termini di riduzione dei materiali utilizzati, nelle loro tipologie e, inoltre, di effettuare studi epidemiologici finalizzati a verificare il grado di pericolosità della lavorazione sulla salute dei cittadini dei territori circostanti.
I ritardi che hanno segnato la ripresa dei lavori dell’Osservatorio, dovuti alla necessità di integrare il regolamento e completare lo stesso con un la nomina di un nuovo esperto (Dott. Ganapini), hanno di fatto impedito il necessario coinvolgimento nell’iter del rinnovo della nuova autorizzazione, nel frattempo avviato e in fase già avanzata.
Nonostante ciò, come membri dell’Osservatorio abbiamo riproposto le nostre osservazioni, ,in primo luogo, che la ditta si facesse carico di un nuovo studio epidemiologico sulla popolazione, svolto dall'USL, con l’obiettivo di avere delle basi di studio per verificare eventuali incrementi di patologie sulla popolazione.
Nel corso di questi mesi si sono tenute due sedute pubbliche a Rubbiano e una presso il comune di Fornovo a seguito di una nostra richiesta. Contemporaneamente è stato attivato il previsto Comitato tecnico con il compito di approfondire gli aspetti tecnici.
L’osservatorio è risultato uno strumento utile per conoscere alcuni aspetti che riguardano il funzionamento del processo produttivo ma tuttavia poco incisivo sulle scelte, le quali vengono spesso demandate al comitato tecnico. Questo comitato, dopo essersi riunito più volte e dopo aver preso in considerazione le varie richieste e domande presentate sia dal Comitato di Rubbiano sia da noi, il 18 dicembre, ha dato parere positivo per il rinnovo della Autorizzazione Integrata Ambientale.
A distanza di oltre sei mesi, nonostante reiterati annunci, come membri dell’Osservatorio, non siamo in grado di conoscere né se è stata approvata dalla Provincia la nuova autorizzazione, né se sono stati apportati cambiamenti nella direzione da noi auspicata.
Inoltre, a rendere ancora più preoccupante l’attuale fase di continuità della attività produttiva , il 21 marzo, il sindaco del comune di Solignano, su segnalazione dell'Arpa e dei Carabinieri, ha imposto il sequestro di un'area in cui l’azienda aveva stoccato senza autorizzazione materiale del quale si ignora la composizione. Il procedimento non si è ancora concluso, confidiamo che l’Osservatorio venga informato puntualmente sull’accaduto.
Infine, abbiamo appreso che il nuovo Sindaco, al quale rivolgiamo i nostri auguri per un buon lavoro, ha l’intenzione di riformare il funzionamento l'Osservatorio Ambientale. Auspichiamo che i correttivi abbiano l’obiettivo di rendere tempestiva l’operatività dell’osservatorio, aumentarne l’efficacia e l’incisività su progetti chiari e condivisi che tutelino il più possibile i cittadini.
In conclusione, rivolgiamo alle amministrazioni competenti le seguenti richieste:
- in quale regime di autorizzazione sta lavorando l’azienda?
- Perché non è ancora stata concessa la nuova autorizzazione?
Nel contempo chiediamo che venga convocata una nuova seduta pubblica dell’Osservatorio ambientale per consentire un adeguato aggiornamento sulla situazione.
Legambiente - Circolo di Fornovo
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 2

Login



Facebook Page



Cerca

Prossimi Eventi

No events

Calendario

October 2017
M T W T F S S
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5

utenti online

 63 visitatori online

Ricerca con Google

Pubblicità

Pubblicità

escort eskisehir escort eryaman escort samsun escort bursa