header
2014_03_03-Comunicato_Monte_Ardone PDF Stampa E-mail
share
Discarica di Monte Ardone:
da tempo chiediamo approfondimenti, l’osservatorio è
paralizzato.
Legambiente di Fornovo ha partecipato in questi anni all’Osservatorio per la discarica di Monte Ardone
con spirito critico cercando il confronto e l’approfondimento sui temi di interesse pubblico in direzione
della tutela del territorio. Va ricordato che l’associazione partecipa ai lavori a titolo gratuito, volontario e
avvalendosi di esperti del settore.
L’attuale Amministrazione ha ereditato dalle precedenti questo “ingombrante” impianto che accoglie da
anni rifiuti industriali e civili  di tipo speciale, considerati non pericolosi . Nei toni agguerriti della scorsa
campagna elettorale era emersa da parte del candidato Sindaco di Fornovo ­ Sig.ra Grenti,  una linea di
dura critica alla discarica, nonostante queste premesse  il nostro impegno nell’osservatorio non è stato
apprezzato, siamo stati considerati talvolta scomodi  e ingombranti perchè abbiamo posto dubbi,
avanzato critiche, proposto cambiamenti. E’ stato perciò difficile lavorare proficuamente. Come abbiamo
più volte scritto  le riunioni sono state  annunciate e poi disdette, si sono tenute  in modo discontinuo e
frammentario, talvolta a distanza di 9­10 mesi.
L’ultimo incontro plenario ­ del quale peraltro manca ancora il verbale ­ si è svolto nel maggio del 2013. In
quell’occasione abbiamo ribadito le nostre preoccupazioni sulla situazione dell’impianto che per la sua
infelice localizzazione e per la tipologie dei rifiuti trattati deve essere seguito in modo molto attento.
Purtroppo non abbiamo potuto avere finora la piena disponibilità dei dati richiesti relativi ai controlli
effettuati sui conferimenti del materiale.
In quella sede abbiamo chiesto inoltre studi  approfonditi su alcuni aspetti che emergono dall’esame della
documentazione che ci è stata consegnata.
Sono tre le questioni salienti:
1. Come abbiamo sempre sostenuto e in base a quanto emerso anche durante quest’ultima riunione
l’impianto è stato realizzato in presenza di una falda acquifera. Alla luce di questo fattore diventa
fondamentale studiare la stabilità del profilo nella parte bassa della discarica.  Da tre anni abbiamo
richiesto uno studio di stabilità su questa sezione.
2. Riteniamo utile esaminare la conformazione di questo acquifero per capire in quale modo possa
essere in grado di influenzare la gestione dell’impianto. A tale scopo occorre uno studio idrogeologico
mirato.
3. Dalle analisi pubblicate nelle relazioni emerge che l’acqua di alcuni pozzetti sentinella presenta
un’anomala quantità di sostanze inquinanti quali cloruri, nitrati e manganese .
Anche su questo abbiamo chiesto di fare approfondimenti per fugare qualsiasi dubbio che vi siano
perdite di sostanze inquinanti dalla massa dei rifiuti.
Successivamente, essendo molto determinati ad ottenere la realizzazione degli studi abbiamo più volte
incontrato il Sindaco di Fornovo ed i suoi tecnici di fiducia per confrontarci sulle questioni poste.
Negli incontri è emersa la disponibilità dell’Amministrazione  ad esperire nuovi studi nella direzione dai noi
auspicata, disponibilità che purtroppo ancora una volta, a distanza di oltre sei mesi, non  si è
concretizzata in azioni conseguenti.
Questi sono i fatti che riteniamo doveroso portare a conoscenza della cittadinanza, manifestando una
cocente delusione per la “gestione” dell’osservatorio fin qui attuata dalla Amministrazione Comunale .
Fornovo Taro, 3 marzo 2014
 

Login



Facebook Page



Cerca

Prossimi Eventi

No events

Calendario

October 2017
M T W T F S S
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5

utenti online

 38 visitatori online

Ricerca con Google

Pubblicità

Pubblicità

escort eskisehir escort eryaman escort samsun escort bursa